Birraio dell’Anno 2015: il resoconto e le foto

Mai come questa volta Birraio dell’Anno è stato una grande festa di celebrazione della birra artigianale italiana. Il Teatro Obihall a Firenze ha accolto per tre giorni i venti finalisti senior più i cinque esordienti, selezionati per la finale di sabato 16 gennaio 2016 che ha decretato il miglior birraio italiano del 2015 e il miglior esordiente.

Kuaska ha presentato la premiazione.
Kuaska ha presentato la premiazione.

Ne sono venuti fuori tre giorni di festival, dove ci siamo ritrovati tra appassionati birrofili da tutta Italia. Anche il pubblico fiorentino è sembrato rispondere abbastanza bene all’evento che d’altronde offriva ben cento birre artigianali alla spina, tutte prodotte dai finalisti, e una bella varietà di cibi di strada. Inoltre il programma prevedeva interessanti incontri a tema, laboratori, degustazioni, dimostrazioni di cucina e spadellamenti vari, che hanno arricchito la manifestazione di contenuti variegati.

Fabio Brocca, Birrificio Lambrate
Birraio dell’Anno: Fabio Brocca, Birrificio Lambrate

Vincitore Birraio dell’Anno 2015 è Fabio Brocca del Birrificio Lambrate (senza far nomi, ho vinto un caffè!). Il Lambrate è un pionere nel panorama artigianale italiano (adesso è in procinto di aprire anche un brewpub anche a Berlino) e fa grandi birre, tra cui la Ghisa, tra le mie preferite di sempre.

I venti birrai finalisti a Birraio dell'Anno 2015
I 20 birrai finalisti a Birraio dell’Anno 2015

La rosa dei 20 finalisti comprendeva i migliori birrifici nel nostro panorama nazionale: Almond’22, Barley, Birranova, Birra del Borgo, Birra del Carrobiolo, Birrificio del Ducato, Foglie d’Erba, Birrificio del Forte, Birrificio Italiano, Lariano, Montegioco, Rurale, Toccalmatto, Birrone (vincitore 2014), Brewfist, Croce di Malto, Extraomnes, Loverbeer, Retorto.

Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC-77
Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC-77

Complimenti anche a Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani birrai del birrificio maceratese MC-77 che si sono aggiudicati il titolo di Birraio Emergente 2015, disputandoselo con altri quattro ottimi esordienti: Argo, Birra Elvo, Hopskin e Vento Forte.

birraio-francesco-mancini
Francesco Mancini, Birra del Forte con Kuaska

Momento di orgoglio campanilista. Nella rosa dei primi cinque “veterani” anche un birraio toscano: Francesco Mancini del Birrificio del Forte.

Jurij Ferri Birra Almond '22
Jurij Ferri Birra Almond ’22 con Kuaska

Invece il momento – per me – più curioso della premiazione: Jurij Ferri birraio di Almond’22 che annuncia pubblicamente un 2016 all’insegna delle basse fermentazioni.

Fabio Brocca Birraio dell'Anno
Fabio Brocca Birraio dell’Anno

La cerimonia di premiazione è stata bella, ma per i miei gusti un po’ troppo incasinata. Buona parte della gente si stava godendo il festival, e Kuaska ha dovuto richiamare più volte l’attenzione del pubblico. Personalmente ho trovato la premiazione dell’anno scorso molto più emozionante, anche se capisco che è un evento che sta crescendo ed è importante coinvolgere più persone possibile, non solo gli appassionati.

Complimenti a Nicola Utzeri di Fermento Birra che ha dato vita a questa manifestazione, cresciuta di anno in anno, fino a diventare un vero e proprio festival, che riesce a trascinare larga parte dei migliori birrai nazionali e a dare una vetrina consona alle loro birre.

Le birre in degustazione erano fantastiche. Non ho fatto il giro di assaggi ragionati che faccio di solito, questa volta mi sono concentrata sulle Italian Grape Ale che sono le birre del momento, su quelle alla frutta (Montegioco e Loverier) e poi mi sono lasciata consigliare le produzioni degli esordienti.

In questa ci sono anche io!
In questa ci sono anche io!

E adesso? Ci vediamo a Rimini.

Tra un mese ci attende il “concorso dei concorsi”: Birra dell’Anno 2016 che anche quest’anno si svolgerà all’interno di Beer Attraction a Rimini. Sarà l’undicesima edizione del concorso di UnionBirrai, con una giuria internazionale che premierà le migliori birre artigianali italiane (divise in 26 categorie) ed eleggerà il Birrificio dell’Anno. La premiazione è prevista per sabato 20 febbraio 2016 a Rimini Fiera (le iscrizioni sono aperte fino all’8 febbraio 2016).

Share
Avatar

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

2 commenti su “Birraio dell’Anno 2015: il resoconto e le foto

  • Avatar
    18/01/2016 at 18:45
    Permalink

    Birre valide da comperare o da bere al pub????

    • Avatar
      19/01/2016 at 9:42
      Permalink

      Tipo…tutte?

Commenti chiusi.