Birre

Be Grapeful 6: IGA collaborazione tra Birrificio della Granda e Mikkeller

Chiudiamo l’anno con l’ultima tappa del progetto Be Grapeful, la birra realizzata in collaborazione tra il Birrificio della Granda e Mikkel, fondatore del birrificio Mikkeller. Questo passo segna il completamento di un percorso iniziato un anno fa, dando vita a una serie di birre che esplorano modi innovativi di utilizzare il mosto d’uva nella produzione brassicola.

Il progetto Be Grapeful

Be Grapeful è infatti il progetto di collaborazioni internazionali dedicato alle birre in stile IGA – Italian Grape Ale del Birrificio della Granda. È nato con l’obiettivo di creare birre atigianali uniche convolgendo diversi birrifici stranieri, in modo che ognuno potesse contribuire con la propria visione del concetto di IGA.

Dopo Brlo, Moor, Lervig, Wicklow Wolf e To-Øl, l’ultima Be Grapeful del 2023 è frutto della collaborazione con Mikkel che si è unito alla Granda per creare una Brut DDH IPA, con aggiunta del mosto di uve moscato, filo conduttore del progetto.

Grape Brut DDH IPA

La birra, partendo dalla base di una Brut IPA, mira a ottenere una bevanda completamente attenuata, leggera e scorrevole. Il risultato è una birra Brut DDH IPA. Dal Birrificio della Granda la descrivono così: «Siamo partiti dalla ricetta di una Brut IPA perchè volevamo ottenere una birra completamente attenuata, senza più nessun zuccero residuo, che potesse avere in bocca una leggerezza e una scorrevolezza uniche. I luppoli scelti per l’abbondante Dry Hop sono stati selezionati per potersi complementare con le note di frutta a polpa bianca tipiche del mosto di uve moscato, aggiunto a fine bollitura… ma dopo aver portato il mosto di birra a 75 gradi, per preservare i profumi dell’uva».

Vuoi approfondire l’argomento? Leggi anche: Che cos’è una IGA?

Biglietto di Pinta Medicea in ciotola con orzo maltato

Pinta Medicea

La Redazione di Pinta Medicea. Birra artigianale, birra di qualità, birra italiana e cultura birraria. Network di eventi e comunicazione birraria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *