Una nuova emanazione dei concorsi di Unionbirrai: Harvest Beers, dedicato alle birre artigianali fatte con luppolo appena raccolto

Unionbirrai esce con un altro concorso specifico. Dopo quelli dedicati: alle birre artigianali di Natale, alle birre senza glutine e alle birre bio adesso lanciano Harvest Beer per premiare le migliori artigianali brassate con luppolo appena raccolto (harvest). La premiazione in Novembre all’Arrogant Pub a Reggio Emilia.

Comunicato stampa

La prima edizione di questo contest internazionale organizzato da Unionbirrai, in collaborazione con Italian Hops Company, premierà a novembre le migliori birre artigianali prodotte con luppolo appena raccolto (harvest)

In un panorama brassicolo variegato, dove la filiera del luppolo diventa sempre più importante, Unionbirrai, associazione di categoria dei piccoli birrifici indipendenti, in collaborazione con Italian Hops Company, ha deciso di puntare l’attenzione sulle birre harvest, prodotte con l’uso di luppolo fresh o wet, creando Harvest Beers, nuovo concorso satellite del già affermato Birra dell’Anno.

L’obiettivo di questo concorso internazionale è di valorizzare queste birre nel periodo che coincide con la raccolta del luppolo e il suo utilizzo fresco nella produzione. L’occasione per tutti i birrifici e beer firmer è di far conoscere le proprie etichette harvest nel momento della loro massima espressione, sottoponendole al giudizio di una giuria di esperti degustatori, che sancirà il podio delle due categorie in concorso.

“Dopo Birra dell’Anno Xmas Beers e la partnership con World Gluten Free Beer Award e Best Bio Beer, aggiungiamo ancora un tassello allo scenario dei concorsi di Birra dell’Anno, puntando a valorizzare e a portare all’attenzione dei consumatori ancora una volta birre artigianali dalle caratteristiche specifiche. – sottolinea Simone Monetti, segretario generale Unionbirrai – La scelta di puntare per questo concorso sulle birre harvest è dovuta al forte sviluppo negli ultimi anni della filiera di settore, di cui il luppolo è ingrediente fondamentale e che spesso caratterizza la birra artigianale in maniera importante. Con Birra dell’Anno Harvest Beers abbiamo voluto richiamare fortemente alla natura agricola della birra artigianale e al legame fra produttore di luppolo e produttore di birra, che spesso in passato coincidevano, in linea con quello che il consumatore consapevole oggi sempre più cerca, cioè conoscere la provenienza delle materie prime alla base delle produzioni artigianali”.

“Fino al 2015 le harvest beers in Italia si potevano contare sulle dita di due mani. Da quell’anno, Italian Hops Company, collaborando in sinergia con i birrifici italiani, ha iniziato a promuovere questo stile stimolando questo tipo di utilizzo del luppolo. – aggiunge Eugenio Pellicciari, fondatore di Italian Hops Company – Negli anni abbiamo registrato una crescita costante dell’interesse, delle richieste e della partecipazione. Il concorso Birra dell’Anno Harvest Beer, da noi fortemente voluto e promosso, è la conferma di come, insieme ai birrifici italiani, siamo riusciti a importare e consolidare questo fenomeno che oggi è ormai pienamente riconosciuto anche nel nostro Paese. Inoltre questo stile rappresenta anche una celebrazione della birra artigianale stessa, della sua intera filiera e del sodalizio tra birrai e coltivatori: conoscenza diretta della qualità del prodotto, freschezza, prossimità e terroir.”

Le iscrizioni al concorso BdA Harvest Beers saranno aperte fino al 5 novembre 2022, le birre vincitrici saranno premiate nel corso di un evento sponsorizzato pubblico, che si terrà il 12 novembre 2022 presso Arrogant Pub a Reggio Emilia. Come per Birra dell’Anno, per garantire la massima trasparenza e serietà, i giurati lavoreranno alla cieca, senza conoscere il nome della birra e del produttore. Tutte le informazioni sono sul sito www.birradellanno.it.

Share

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 scrivo di birra su questo blog e ne gestisco le varie emanazioni social. Sono docente e giudice in concorsi birrari da un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.