Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del MEF sulla riduzione progressiva delle accise sulla birra artigianale

Finalmente pubblicato in Gazzetta Ufficiale – il 30 marzo – il decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze sulla riduzione progressiva delle accise della birra, in base agli ettolitri di produzione del birrificio. Nel decreto sono stabilite le modalità attuative relative al deposito fiscale dei microbirrifici e le modalità semplificate di accertamento e contabilizzazione della birra prodotta in tali stabilimenti. A seconda dei volumi di produzione, l’aliquota è ridotta del 20, 30 e 50 per cento. Le domande per i rimborsi devono essere presentate entro 90 giorni dalla pubblicazione in GU.

Link al decreto 4 giugno 2019 Riduzione dell’aliquota di accisa sulla birra – GU Serie Generale n.75 del 30-03-2022.

Di seguito il comunicato stampa dell’On. Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in commissione Agricoltura.

BIRRA, GAGNARLI (M5S): IN GAZZETTA UFFICIALE IL DECRETO SULLA RIDUZIONE DELLE ACCISE

31 marzo – “Il sostegno previsto per il comparto brassicolo nazionale approda in Gazzetta Ufficiale. La norma, che abbiamo fortemente voluto inserire nell’ultima legge di Bilancio, prevede che lo sconto sulle accise per i piccoli birrifici artigianali con una produzione sino a 10mila ettolitri salga sino al 50 per cento. Per le imprese che producono sino a 30mila ettolitri sarà, invece, pari al 30 per cento mentre sino a 60mila ettolitri lo sconto arriva al 20 per cento. Si tratta di una misura che segue il lavoro fatto con la legge di Bilancio 2019 dove inserimmo, per la prima volta, uno sconto sulle accise così da sostenere le produzioni nazionali emergenti. Al contempo, l’emendamento prevede anche una graduale riduzione d’accisa, sino a scendere a 2,90 euro per ettolitro e per grado Plato nel 2023”. Lo rende noto la deputata Chiara Gagnarli, capogruppo M5S in commissione Agricoltura alla Camera.

“Il lungo lavoro di concerto portato avanti con le associazioni di categoria Unionbirrai, Assobirra e Coldiretti diventa, dunque, realtà – aggiunge –. Ci auguriamo che questa riduzione, normata per il 2022, sia confermata anche per le prossime annualità così da sostenere un settore che ha dimostrato grande crescita negli ultimi anni e che ha, però, fortemente patito le conseguenze delle chiusure legate alla pandemia”.

 

[Foto di Monica Di Loxley tratta da Unsplash.]

Pinta Medicea

La Redazione di Pinta Medicea. Birra artigianale, birra di qualità, birra italiana e cultura birraria. Network di eventi e comunicazione birraria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.