Viene da Napoli la miglior birra di Natale italiana

La birra vincitrice di Birra dell’Anno Xmas Beers 2021, si chiama 21 12 e la produce il Birrificio Incanto di Casalnuovo di Napoli. Una birra artigianale che incarna perfettamente lo spirito delle Feste: amabile ed elegante, offre un sorso morbido e un bouquet aromatico complesso e raffinato. Un paio di curiosità: 21/12 è la data ufficiale in cui ricorre il compleanno di Napoli e la birra 21 12 è una prima cotta.

Il premio al miglior abbinamento con il panettone è andato alla birra Re Magio del Birrificio di Legnano che ha ottenuto anche una menzione nella prima classifica.

Il concorso Birra dell’Anno Xmas Beers è alla sua prima edizione e lo organizza Unionbirrai, l’associazione nazionale di categoria di piccoli birrifici indipendenti italiani. Le degustazioni si sono svolte l’1 e 2 dicembre a Roma, ospiti del pub BART – Craft Beer and Burger House, mentre la premiazione presentata da Lorenzo Kuaska Dabove e Renato Nesi, il 3 dicembre nell’auditorium del CIA-Agricoltori Italiani di Roma e si può vedere su YouTube.

Giuria e staff di Birra dell'Anno Xmas Beers 2021
Giuria e staff di Birra dell’Anno Xmas Beers 2021

La giuria

Presidente Lorenzo Kuaska Dabove e giuria composta da Carl Kins, Luca Giaccone, (la sottoscritta) Francesca Morbidelli, Mary Carabelli, Stefano Ferretti e Anna Borrelli. Un numero zero che ha registrato ben 48 birre di Natale iscritte al concorso, provenienti da 45 birrifici differenti. Abbiamo assaggiato interpretazioni natalizie di birre fatte per scaldare le fredde serate invernali.

Il podio delle migliori birre di Natale 2021

1° – 21 12 del Birrificio Incanto – Casalnuovo di Napoli NA;
2° – Honey Moon del Birrificio Gravità Zero Birra Treebale – Giaveno TO;
3° – Giotto di CRAK Brewery – Campodarsego PD.

A cui si aggiungono le menzioni speciali a:

Pan di Zenzator collab. di Birra Ofelia-Birra MC – 77;
Re Magio del Birrificio di Legnano;
Santa Ila di Birra Perugia;

Ignazio Iavarone birraio del Birrificio Incanto
Ignazio Iavarone birraio del Birrificio Incanto con il premio 1° classificato

Premio miglior abbinamento birra di Natale e panettone

Questa edizione ha visto anche un premio collaterale, al miglior abbinamento birra di Natale/panettone. Il panettone classico usato per la degustazione, fatto con ingredienti di prima scelta, viene dal progetto Élite del Panettone Artigianale che riunisce un’ottantina di artigiani pasticceri di tutta Italia che si servono di materie prime 100% made in Italy. In particolare, il panettone che abbiamo usato per le degustazioni veniva da una pasticceria di Rieti ed era davvero squisito. Nella classifica degli abbinamenti si sono distinti:

1° – Re Magio del Birrificio di Legnano
2° – Natale con i tuoi del  Birrificio Castagnero
3° – Ginger Grinch del MicroBirrificio JEB

Siamo soddisfatti di questa prima edizione del concorso. Le birre di Natale rappresentano una tradizione secolare presente storicamente nel nord Europa, ma che da tempo vedono i birrai italiani cimentarsi con la loro produzione. – ha spiegato Simone Monetti, segretario generale UnionbirraiPer questo abbiamo scelto di dedicare un premio a queste birre prodotte appositamente per le festività natalizie che, pur avendo ispirazioni differenti hanno caratteristiche comuni, pensando di inserire anche un premio per il miglior abbinamento al dolce più rappresentativo di questa festa”.

Aggiungo che è stata una bella prima edizione. L’idea di premiare in un concorso dedicato le birre di Natale mi piace molto, perché sono birre che è più difficile collocare tra le categorie canoniche di Birra dell’Anno col rischio di non valorizzarne le caratteristiche.

Per chi non lo sapesse, le birre di Natale non rappresentano uno stile particolare, ma sono un’interpretazione del birraio che è libero di esprimere la sua creatività. Per fare le birre di Natale si usano birre di base anche molto diverse tra birrificio e birrificio. Il risultato sono prodotti molto diversi tra di loro, pensiamo a una birra a base tripel e una a base imperial stout, per esempio. La caratteristica che le accomuna è che di solito sono birre molto speziate e con un volume alcolico importante; birre fatte per le giornate d’inverno che si abbinano bene con i dolci e i cibi delle Feste.

Ringraziamenti e album foto

È stato un onore e un piacere partecipare a questo numero zero di quello che spero diventi un concorso ricorrente nel carnet di Unionbirrai. Ringrazio Simone Monetti, Unionbirrai e Lorenzo Kuaska Dabove che con la sua presenza rende sempre ogni degustazione un grande momento di apprendimento. L’album delle foto.

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 scrivo di birra su questo blog e ne gestisco le varie emanazioni social. Sono docente e giudice in concorsi birrari da un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.