Birrificio La Mata

Tratto da La birra nel mondo, di Antonio Mennella-Meligrana Editore

Birrificio La Mata, Solarolo provincia di Ravenna

Birrificio in provincia di Ravenna. Fu aperto nel 2010 dall’homebrewer Marco Tamba ristrutturando la vecchia stalla di tipica architettura romagnola all’interno della propria azienda agricola. Il nome, La Mata, è costituito dalle iniziali di nome e cognome del fondatore. Ma è anche, in dialetto romagnolo, “la matta” nel gioco delle carte.

La birra La Mata è a tutti gli effetti un prodotto agricolo: l’orzo e parte del luppolo vengono prodotti direttamente. Addirittura l’energia elettrica proviene da un impianto fotovoltaico installato sul tetto del birrificio.

La produzione, di 10 etichette, è solo di fermentazione alta con rifermentazione in bottiglia.

Birre La Mata

Birrificio La Mata Dora, golden ale di colore giallo dorato (g.a. 5%). Con una morbida effervescenza, la schiuma bianca emerge fine, densa, compatta, duratura. L’aroma si apre intenso, persistente, con gradevoli sentori di luppolo erbaceo e frutta fresca. Il corpo medio presenta una consistenza piuttosto grassa. Il gusto si snoda abbastanza amaro, su solida base di malto granuloso: senza sbilanciamento alcuno dunque, anzi. E, dopo un discreto finale secco che richiama il fieno, il retrolfatto regala croccanti seggestioni della crosta di pane.

Birrificio La Mata Mora, english strong ale di colore ambrato carico (g.a. 6%). Con una media effervescenza, la schiuma biancastra fuoriesce sottile, cremosa e stabile. L’aroma è delicato, di frutta secca e sciroppata, lievito, malto appena tostato. Il corpo, piuttosto leggero, presenta una consistenza decisamente acquosa. Il gusto è dominato dal malto dolce, che si perde in un breve finale asciutto e pulito. Dal retrolfatto, anch’esso non così lungo, esalano morbide impressioni erbacee e amaricanti.

Birrificio La Mata Lova, belgian strong golden ale di colore ambrato chiaro (g.a. 7,8%); con utilizzo di zucchero candito. La carbonazione moderata genera una spuma bianca fine, compatta, persistente. L’aroma, speziato e fruttato, reca note di malto, fiori, caramello. Dal corpo medio, di trama oleosa, prende il via un gusto dolciastro, marcato dal luppolo in sottofondo. Nel finale, l’alcol esplode in tutto il suo vigore corroborante. La lunga persistenza retrolfattiva è caratterizzata da una decisa tendenza all’amarore erbaceo.

Birrificio La Mata Pigra, roggenbier di colore nero inchiostro (g.a. 5%). L’effervescenza decisa forma una spuma fine, viscosa ed evanescente. L’aroma è quello fruttato della dunkel weizen, con però un più accentuato e penetrante sentore di banana, nonché lontani sentori di caffè e cioccolato. Il corpo risulta pieno, asciutto, granuloso. Il gusto si snoda soffice tra note di frutta secca, miele, caffè, nocciole tostate, liquirizia, agrumi. Dal finale emerge un’impressione speziata e sottilmente amara di segale che preannuncia la freschezza del lievito nel retrolfatto.

L’azienda propone anche birre stagionali caratterizzate da un forte legame con il territorio e la sua tipicità.

Sito web: birrificiolamata.it.

Antonio Mennella

Antonio Mennella

Nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e residente a Livorno. Laureato in giurisprudenza, è stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza (BZ), Livorno, Pisa, Prato. PUBBLICAZIONI Confessioni di un figlio dell'uomo - romanzo - 1975; San Valentino - poemetto classico - 1975; Gea - romanzo - 1980; Il fratello del ministro - commedia - 1980; Don Fabrizio Gerbino - dramma - 1980; Umane inquetudini - poesie classiche e moderne - 1982; Gigi il Testone - romanzo per ragazzi - 1982; Il figlioccio - commedia - 1982; Memoriale di uno psicopatico sessuale - romanzo per adulti - 1983; La famiglia Limone, commedia - 1983; Gli anemoni di primavera - dramma - 1983; Giocatore d’azzardo - commedia - 1984; Fiordaliso - dramma - 1984; Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana - 1989; L'Italia oggi - pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti - 2012; Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana - in due volumi - 2014; I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri - 2014; I nomi comuni derivati da nomi propri - 2015. BIRRA La birra, 2010; Guida alla birra, 2011; Conoscere la birra, 2013; Il mondo della birra, 2016; La birra nel mondo, Volume I, A-B - 2016; La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018; La birra nel mondo, Volume III, L-Q - 2019; La birra nel mondo, Volume IV, R-T - 2020; La birra nel mondo, Volume V, U-Z - 2021. Ha collaborato a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull'origine e la produzione della birra nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.