Birrificio di Cagliari

Tratto da La birra nel mondo, Volume I di Antonio Mennella-Meligrana Editore

Birrificio di Cagliari, il primo brewpub in Sardegna

Brewpub, il primo in Sardegna, messo su nel 2008 dall’esperto Gaetano (“Ninni”, per gli amici) Giudici, in società col giovane Marco Secchi [sito web: ilbirrificiodicagliari.com].

La produzione, in prevalenza birre artigianali di alta fermentazione e in una gamma pressoché completa, annovera 22 etichette.

Le birre, alcune delle quali portano il nome di quartieri cagliaritani, vengono spillate direttamente dai tank di maturazione, visibili attraverso due ampie vetrate.

Birrificio di Cagliari

Le birre artigianali del Birrificio di Cagliari

Birrificio di Cagliari Biddanoa, münchner hell di colore giallo, con aroma mielato e tenuemente erbaceo, buon corpo ed equilibrio gustativo giusto tra l’amaro contenuto e la dolcezza del cereale che tende a caratterizzare il sapore (g.a. 5%). Biddanova, in italiano “Villanova”, è uno storico quartiere di Cagliari.

Birrificio di Cagliari Casteddu, dry stout di colore molto scuro, quasi nero (g.a. 4,3%). Casteddu è l’italiano “Castello”, il quartiere in cui risiedeva l’aristocrazia cagliaritana. La spuma erompe cremosa, compatta, persistente. L’intensità olfattiva elevata propone grati profumi di tostatura, in particolare caffè, cacao, anche carruba. Il corpo scorre con un’armoniosa rotondità, e pienezza appagante. Al palato, l’amaro moderato facilita il ritorno di leggere note tostate. Al corto finale amaro tiene dietro una discreta persistenza retrolfattiva che regala esilaranti suggestioni di caffè tostato e di cioccolato fondente.

Birrificio di Cagliari Sant’Elia, dubbel di colore ambrato intenso (g.a. 7%). L’aroma di malto dolce reca note di caramello. Nel corpo strutturato si esibisce un piacevole gusto dolce, marcato dal luppolo in sottofondo. La secchezza di un sufficiente finale prelude all’amarognolo della lunga persistenza retrolfattiva.

Birrificio di Cagliari Stampaxi, hefe weizen, col nome di un altro storico quartiere di Cagliari (in italiano, “Stampace”). Si presenta di colore paglierino carico; con forte aroma fruttato e speziato, corpo leggero, vivace gusto di malto con una rinfrescante vena acidula (g.a. 4,5%).

Birrificio di Cagliari Tuvixeddu, best bitter ale di colore ambrato (g.a. 4,5%). all’olfatto si esalta la freschezza del luppolo. Il corpo medio regala al palato una delicata sensazione di asciuttezza. Piuttosto complesso, e singolare, risulta il gusto: con il proprio amaro, il luppolo predispone una sorta di circo a fondo ampio e pareti rigide in cui esibiscono la loro maestria da ballerini di tango le note del fruttato e del malto. Secco e alquanto astringente si rivela il lungo finale. Il retrolfatto esala con discrezione impressioni erbacee lievemente pepate.

Birra di Cagliari

Birrificio di Cagliari Poetto, witbier di colore giallo paglierino (g.a. 5,2%). Il Poetto è la principale spiaggia di Cagliari, che si estende dalla Sella del Diavolo sin all’inizio litorale di Quartu Sant’Elena. La carbonazione è piuttosto contenuta; la schiuma bianca, alta, fine, spessa, cremosa, di ottima stabilità. L’aroma si apre soave, tra sentori floreali e fruttati con una sottile venatura di spezie. Il corpo, relativamente denso, si rivela fresco e pulito. Il gusto, un po’ debole nella sua delicatezza, mette in risalto fragranti note di coriandolo e d’arancia di Curaçao. Verso il finale sbuca una stuzzicante sensazione di limone che si ritrova, nell’articolata ricchezza retrolfattiva, insieme a suggestioni ancora floreali e fruttate

Birrificio di Cagliari Meli Marigosu, honey beer di colore biondo dorato (g.a. 6,5%); col miele ben presente sia al naso che al palato. La spuma, di un bianco panna, è abbondante, molto minuta, soffice, persistente. Nell’aroma fruttato il luppolo emana un delicato sentore terroso. Il corpo appare armonico nella sua fluida leggerezza. Nel gusto alquanto amabile, su fondo ben luppolizzato, si mescolano a meraviglia note di malto, prugna secca, miele, dattero, frutta candita. Il finale si rivela più anonimo che sfuggente. Di sicuro interesse appare invece il retrolfatto: il luppolo apporta una lieve secchezza e una punta di amaro; mentre il miele partecipa attivamente con le sue suggestioni dolci.

Birrificio di Cagliari Dexi, scottish ale/wee heavy di colore ambrato (g.a. 6%). Con l’effervescenza moderata, la schiuma biancastra si mostra sottile, compatta, ma non molto persistente, anche se di buona aderenza. L’olfatto propone eleganti profumi di frutta matura e di agrumi, su fondo di malto, lievito, terra, erbe. Il corpo consistente spalleggia un gusto cremoso e intenso a base di caramello con blande note di tostatura. Il piacevole finale di liquirizia introduce una lunga persistenza retrolfattiva dalle sensazioni secche e amarognole.

Birrificio di Cagliari

Birrificio di Cagliari Cream Heli, cream ale di colore dorato carico (g.a. 5,2%). Con una moderata quanto piacevole effervescenza, la spuma si leva copiosa, fitta, stabile, anche di buona aderenza. Il naso presenta un fresco, forte, penetrante profumo di malto con qualche spunto speziato. Il corpo, medio-leggero, ha una tessitura decisamente morbida e cremosa. Il gusto si snoda soffice e intenso tra note di miele, frutta secca, malto, agrumi, luppolo floreale, con perfetto equilibrio tra loro delle due componenti (cereale e amaricante), su fondo asciutto e pulito. Il finale e il retrolfatto, piuttosto sfuggenti, esaltano l’aroma e la consistenza del miele.

Birrificio di Cagliari Lappola, märzen/oktoberfest bier di colore ramato (g.a. 5,5%). Lappola (La Marina) è uno dei quattro quartieri storici di Cagliari situato nella zona del porto. La spuma ha una consistenza soffice e cremosa di buona tenuta. Il ricco aroma di malto reca qualche acuto spunto di luppolo. Il corpo, medio e pastoso, fiancheggia un deciso gusto di malto che scivola, su fondo asciutto, tra note pungenti di luppolo oltremodo “attento” a non far risaltare più di tanto la dolcezza. il finale, di una piacevole secchezza detergenrte, non dura più di tanto. Una lenta impressione amarognola attraversa tutta la discreta persistenza retrolfattiva.

 

[Il Birrificio di Cagliari ha gentilmente fornito le foto]

Antonio Mennella

Nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e residente a Livorno. Laureato in giurisprudenza, è stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza (BZ), Livorno, Pisa, Prato. PUBBLICAZIONI Confessioni di un figlio dell'uomo - romanzo - 1975; San Valentino - poemetto classico - 1975; Gea - romanzo - 1980; Il fratello del ministro - commedia - 1980; Don Fabrizio Gerbino - dramma - 1980; Umane inquetudini - poesie classiche e moderne - 1982; Gigi il Testone - romanzo per ragazzi - 1982; Il figlioccio - commedia - 1982; Memoriale di uno psicopatico sessuale - romanzo per adulti - 1983; La famiglia Limone, commedia - 1983; Gli anemoni di primavera - dramma - 1983; Giocatore d’azzardo - commedia - 1984; Fiordaliso - dramma - 1984; Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana - 1989; L'Italia oggi - pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti - 2012; Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana - in due volumi - 2014; I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri - 2014; I nomi comuni derivati da nomi propri - 2015. BIRRA La birra, 2010; Guida alla birra, 2011; Conoscere la birra, 2013; Il mondo della birra, 2016; La birra nel mondo, Volume I, A-B - 2016; La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018; La birra nel mondo, Volume III, L-Q - 2019; La birra nel mondo, Volume IV, R-T - 2020; La birra nel mondo, Volume V, U-Z - 2021. Ha collaborato a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull'origine e la produzione della birra nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.