Birreria Pedavena-Lag’s Beer

Tratto da La birra nel mondo, di Antonio Mennella-Meligrana Editore

Birreria Pedavena-Lag’s Beer, Trento

In città, l’Antica Birreria Pedavena, aperta nel 1920 col nome della proprietaria, la Birra Pedavena, era ormai un locale storico, e la chiamavano comunemente “Il Pedavena”. Nel 2002 Andrea Ghesla, ampliando e ristrutturando i locali, la fece diventare brewpub con gli impianti di produzione tipicamente in bella mostra.

La mastra birraia, in carico al brewpub Carador di Costa di Folgaria (TN), si occupa della produzione due volte al mese. Si tratta della bavarese Monica Sieghart, che, prima di “approdare” da noi, si era diplomata alla Doemens, laureata alla Weihenstephan, e aveva anche lavorato presso diversi birrifici della zona di Monaco.

Prodotta in stile tedesco e secondo il Reinheitsgebot, la gamma comprende quattro birre di alta e bassa fermentazione.

Lag’s Chiara, münchner hell di colore dorato (g.a. 5%). La spuma, a grana minuta, sbocca fitta e stabile. L’aroma si apre deciso, attraente, di malto e di luppolo. Il corpo possiede una fluida pastosità. Il gusto si snoda delicatamente amaro e secco, lasciando la bocca pulita, e con una piacevole sensazione di luppolo.

Lag’s Weissen, hefe weizen di colore arancione (g.a. 5%). Viene fermentata con lievito bavarese. La schiuma sprizza sottile, compatta e resistente. Al naso la freschezza del frumento non nasconde le fini note di lievito. Il corpo pieno, rotondo, appoggia un gusto di frutta con appena una punta di acido. Il finale asciutto prelude a un discreto retrolfatto un tantino piccante.

Lag’s Scura, münchner dunkel di colore marrone con riflessi rossi (g.a. 5%). La spuma viene fuori sottile e compatta. Il penetrante aroma di luppolo si esprime in tutta la sua freschezza amara. In un bel corpo rotondo, il gusto ha la possibilità di scivolare su robusto fondo tostato con una morbida consistenza caramellata. Il corto retrolfatto fa dono di non sgradite suggestioni amarognole.

Sito web: birreriapedavena.com.

 

[Le foto sono prese dai social dell’azienda]

Antonio Mennella

Nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e residente a Livorno. Laureato in giurisprudenza, è stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza (BZ), Livorno, Pisa, Prato. PUBBLICAZIONI Confessioni di un figlio dell'uomo - romanzo - 1975; San Valentino - poemetto classico - 1975; Gea - romanzo - 1980; Il fratello del ministro - commedia - 1980; Don Fabrizio Gerbino - dramma - 1980; Umane inquetudini - poesie classiche e moderne - 1982; Gigi il Testone - romanzo per ragazzi - 1982; Il figlioccio - commedia - 1982; Memoriale di uno psicopatico sessuale - romanzo per adulti - 1983; La famiglia Limone, commedia - 1983; Gli anemoni di primavera - dramma - 1983; Giocatore d’azzardo - commedia - 1984; Fiordaliso - dramma - 1984; Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana - 1989; L'Italia oggi - pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti - 2012; Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana - in due volumi - 2014; I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri - 2014; I nomi comuni derivati da nomi propri - 2015. BIRRA La birra, 2010; Guida alla birra, 2011; Conoscere la birra, 2013; Il mondo della birra, 2016; La birra nel mondo, Volume I, A-B - 2016; La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018; La birra nel mondo, Volume III, L-Q - 2019; La birra nel mondo, Volume IV, R-T - 2020; La birra nel mondo, Volume V, U-Z - 2021. Ha collaborato a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull'origine e la produzione della birra nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.