Come si sceglie la birra che fa per noi, sapendone poco e senza rimanerci male!

Come si sceglie una birra?

di Lotte Peplow

Ormai il mercato della birra ci offre centinaia di stili e migliaia di etichette diverse: scegliere quale birra bere può lasciarci frastornati e insoddisfatti. Tuttavia un metodo sicuro c’è, e consiste nell’orientarsi verso birre che sono state premiate in competizioni internazionali importanti, come la World Beer Cup, l’European Beer Star e la Brussels Beer Challenge.

Giudicare la birra ai concorsi, infatti, è una cosa seria, richiede anni di pratica e affinamento delle abilità. Immagina di essere l’arbitro della Coppa del mondo di calcio: è un po’ la stessa cosa! Dalla valutazione dell’aspetto di una birra nel bicchiere, all’aroma invitante al naso, fino al sapore al palato, il giudizio sulla birra è l’apice dell’acume sensoriale, una prova di conoscenza e abilità in cui tutti i sensi sono coinvolti.

Le birre in gara nei concorsi internazionali vengono giudicate in degustazioni alla cieca, in base alla loro capacità di soddisfare i criteri delineati nelle linee guida dei vari stili birrari. Linee guida come quelle prodotte dalla Brewers Association oppure quelle che possono essere definite dall’organizzazione del concorso stesso.

Le linee guida di ciascun stile indicheranno aroma, aspetto, gusto e sensazioni boccali (mouthfeel) appropriati per quella tipologia, tutti parametri che sono stabiliti in base alla tradizione, all’autenticità e alla collocazione nell’attuale mercato delle birre commerciali. Inoltre, nella compilazione delle schede i giudici di solito aggiungono anche le loro impressioni generali e il livello di piacevolezza della birra in esame. C’è sempre da tener presente che nei concorsi più grandi come la World Beer Cup, una birra si trova a competere contro centinaia di altre appartenenti alla stessa categoria. In un contesto del genere le birre che superano la selezione e arrivano nelle fasi finali riuscendo a vincere dei premi rappresentano gli esemplari di spicco della loro tipologia.

Per me che lavoro nella birra artigianale americana è meraviglioso vedere le birre della mia nazione affermarsi nelle competizioni internazionali, spesso conquistando i massimi riconoscimenti. La World Beer Cup® in America, l’International Beer Cup in Giappone, l’European Beer Star in Germania, il Brussels Beer Challenge in Belgio, l’Australian International Beer Awards in Australia e molti altri concorsi, hanno visto la birra artigianale americana vincere medaglie e mietere riconoscimenti dopo il giudizio dei migliori palati di questo settore.
La birra artigianale americana è in grado di offrire un sapore ineguagliabile per una serie di motivi: l’uso di materie prime di alta qualità, esperienza tecnica nella produzione. A ciò si aggiunge un impegno costante per la qualità – dalla produzione fino all’intera catena di fornitura – per garantire che il prodotto arrivi nel bicchiere esattamente con le caratteristiche volute dal birraio.

Proprio negli USA la scorsa edizione della World Beer Cup® – la competizione biennale della Brewers Association che si svolge in concomitanza con la Craft Brewers Conference® – ha attratto oltre 8.000 birre da più di 2.500 birrifici in rappresentanza di 66 paesi diversi.

Questo settembre il concorso del Great American Beer Festival® (GABF) catalizzerà più di 9.000 birre artigianali americane che saranno valutate da oltre 100 giudici professionisti. Le medaglie d’oro, d’argento e bronzo GABF sono riconosciute in tutto il mondo come simboli dell’eccellenza della birra.

La premiata birra artigianale americana è rinomata per il suo sapore pieno, l’uso di ingredienti di alta qualità e il gusto ricnosciuto in tutto il mondo. In Italia si trova in selezionati supermercati Coop, Ipercoop e nelle birrerie indipendenti.

Lotte Peplow è l’ambasciatrice della birra americana in Europa per la Brewers Association e vive nel Regno Unito. È certificata Cicerone®, Sommelier di birra accreditata BDI, giudice esperta e appassionata di abbinamenti tra birra e cibo!

Cos’è la Brewers Association

La Brewers Association (BA) è l’associazione commerciale no profit dedicata ai produttori di birra americani piccoli e indipendenti, alle loro birre e la comunità di appassionati di birra. La BA rappresenta oltre 5.000 birrifici degli Stati Uniti. Il marchio “independent craft brewer” è un simbolo universalmente diffuso che differenzia le birre artigianali di produttori piccoli e indipendenti. La BA organizza eventi di rilevanza mondiale come la World Beer Cup®, Great American Beer Festival®, Craft Brewers Conference® & BrewExpo America®, SAVOR: An American Craft Beer & Food Experience, Homebrew ConTM, National Homebrew Competition and American Craft Beer Week®. La BA pubblica la rivista The New Brewer®, e Brewers Publications® è l’editore di punta per la letteratura birraria negli USA. Gli appassionati di birre sono invitati ad approfondire il mondo della bira artigianale su CraftBeer.com® e dell’homebrewing attraverso l’American Homebrewers Association® e l’app gratuita Brew Guru®. Seguili su Facebook, Twitter e Instagram.

 

(traduzione di Francesca Morbidelli per Pinta Medicea)

Lotte Peplow

Lotte Peplow

Lotte Peplow is the American Craft Beer Ambassador for Europe for the Brewers Association and is based in the UK. She is a Certified Cicerone®, BDI accredited Beer Sommelier and experienced beer judge who enjoys nothing more than experimenting with beer and food pairings! — Lotte Peplow è l'ambasciatrice della birra americana in Europa per la Brewers Association e vive nel Regno Unito. È certificata Cicerone®, Sommelier di birra accreditata BDI, giudice esperta e appassionata di abbinamenti tra birra e cibo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.