Birrificio Acelum

Tratto da La birra nel mondo, Volume I, di Antonio Mennella-Meligrana Editore

Birrificio Acelum, Castelcucco TV

Microbirrificio, in provincia di Treviso, Acelum è aperto nel 2010 da un’azienda (guidata da Enrico Scagnoli) con esperienza ventennale nella realizzazione di impianti completi per microbirrifici, la BBCINOX.
La produzione, di mille ettolitri l’anno e solo di fermentazione alta, è affidata a birrai usciti dal Cerb di Perugia.
La vendita avviene esclusivamente presso l’opificio.

Le birre artigianali Acelum

Duse, india pale ale di colore rosso con vividi riflessi violacei; abbondantemente aromatizzata con luppoli americani (g.a. 6,5%). È dedicata all’eccellente interprete del teatro naturalistico Eleonora Duse (1858-1924), figlia di Alessandro, anche lui attore nato a Chioggia. Con l’effervescenza piana, la spuma si solleva fine, copiosa e duratura. L’olfatto si ostina nei suoi acuti sentori di pompelmo rosa, arancia amara, frutto della passione, non senza un sottile richiamo alle ciliege. Nel corpo esuberante la dolcezza del malto scivola piacevolmente verso un lungo finale amaro. Anche la discreta persistenza retrolfattiva è improntata a solleticanti suggestioni amarognole.

Freya, un omaggio alla memoria di Freya Stark, appartenente a una dinastia di audaci viaggiatori. Si tratta di una belgian ale con soffice schiuma tenace, soavi profumi floreali e fruttati, corpo leggero, sapore orientato all’amaro (g.a. 4,5%).

Twenty, golden ale bionda, dal naso elegantemente improntato al malto e di apprezzabile equilibrio gustativo (g.a. 4%). La blanda luppolizzazione invita i toni di agrume a emergere in tutta la loro briosità.

Deliria, belgian strong dark ale di colore ramato intenso (g.a. 9%). Ha una spuma di notevole stabilità nonostante l’elevato tenore alcolico, insistente aroma fruttato, corpo strutturato, delizioso sapore di frutta stemperato sapientemente dalle note amarognole del luppolo, lungo e complesso retrolfatto dalle blande suggestioni speziate.

[Le foto sono tratte dal sito e dai social del birrificio, ndr]

Antonio Mennella

Antonio Mennella

Nato il primo gennaio 1943 a Lauro (AV) e residente a Livorno. Laureato in giurisprudenza, è stato Direttore Tributario delle Dogane di Fortezza (BZ), Livorno, Pisa, Prato. PUBBLICAZIONI Confessioni di un figlio dell'uomo - romanzo - 1975; San Valentino - poemetto classico - 1975; Gea - romanzo - 1980; Il fratello del ministro - commedia - 1980; Don Fabrizio Gerbino - dramma - 1980; Umane inquetudini - poesie classiche e moderne - 1982; Gigi il Testone - romanzo per ragazzi - 1982; Il figlioccio - commedia - 1982; Memoriale di uno psicopatico sessuale - romanzo per adulti - 1983; La famiglia Limone, commedia - 1983; Gli anemoni di primavera - dramma - 1983; Giocatore d’azzardo - commedia - 1984; Fiordaliso - dramma - 1984; Dizionario di ortografia e pronunzia della lingua italiana - 1989; L'Italia oggi - pronunzia corretta dei Comuni italiani e nomi dei loro abitanti - 2012; Manuale di ortografia e pronunzia della lingua italiana - in due volumi - 2014; I termini tecnico-scientifici derivati da nomi propri - 2014; I nomi comuni derivati da nomi propri - 2015. BIRRA La birra, 2010; Guida alla birra, 2011; Conoscere la birra, 2013; Il mondo della birra, 2016; La birra nel mondo, Volume I, A-B - 2016; La birra nel mondo, Volume II, C-K -2018; La birra nel mondo, Volume III, L-Q - 2019; La birra nel mondo, Volume IV, R-T - 2020; La birra nel mondo, Volume V, U-Z - uscita prevista per la fine del 2020. Ha collaborato a lungo con le riviste Degusta e Industrie delle Bevande sull'origine e la produzione della birra nel mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.