Birra dell’Anno 2020: tutti i premiati nelle 42 categorie

Ritual Lab Birrificio dell’Anno 2020

Ritual Lab è il Birrificio dell’Anno 2020, vincitore della XV edizione del concorso promosso dall’associazione dei piccoli birrifici artigianali UnionBirrai. Anche quest’anno la premiazione è avvenuta a Rimini fiera, nell’ambito di Beer&Food Attraction.

Come funziona Birra dell’Anno?

A Birra dell’Anno possono partecipare solo le birre in commercio prodotte sul suolo italiano da piccoli birrifici indipendenti che, per essere tali, devono rientrare nei paramentri imposti dalla legge 154 del 2016 che definisce il prodotto birra artigianale.

L’edizione 2020 ha visto in concorso 2.145 birre divise in 42 categorie, provenienti da 302 birrifici nazionali (+ 8% rispetto all’anno scorso). Le birre sono state valutate alla cieca da un gruppo di 108 giudici internazionali di cui, ancora una volta, ho avuto l’onore e il piacere di far parte.

Birrificio dell’Anno 2020

Il birrificio laziale Ritual Lab di Formello, in provincia di Roma, ha trionfato aggiudicandosi il titolo di Birrificio dell’Anno 2020. Questo riconoscimento viene assegnato al produttore che, con minimo tre birre in concorso, ottiene la migliore sommatoria di punteggi ottenuti nelle varie categorie. Il birraio si chiama Giovanni Faenza, è sulla scena da qualche anno ed è uno tra i migliori in circolazione.

Ritual Lab ha vinto grazie ai 3 oro ottenuti per le birre: 1) Head Space nella categoria 11 delle apa; 2) Black Belt nella categoria 19 delle porter/stout; 3) Papanero nella categoria 21 delle imperial stout. Una vittoria pulita pulita, 3 primi posti e via.

Tuttavia il birrificio che ha conquistato una quantità ben maggiore di medaglie è stato CR/AK con 9 podi in totale. Secondo il regolamento del concorso però, i premi devono essere distribuiti tra le diverse categorie. Se un birrificio conquista più medaglie all’interno della stessa categoria buon per lui, ma non serve per il conteggio del Birrificio dell’Anno.

E le birre toscane?

NdA: i due paragrafi successivi li ho aggiornati il giorno dopo la pubblicazione perché avevo omesso Nemus, sorry.

Mi piange il cuore ma BdA 2020 è stata una disfatta clamorosa per i birrifici toscani. Solo due premi. Ci siamo portati a casa solo due premi: un oro e un argento. Il primo nella categoria 42 che comprende le birre freestyle, impossibili da collocare nelle altre categorie. La gioia di noi giudici, insomma. Qui ha trionfato la Flora del neonato birrificio Nemus (che non conoscevo) a Chiatri Puccini in provincia di Lucca. L’argento invece l’ha vinto l’ottima Il Tralcio del Birrificio del Forte che si è piazzata seconda nella categoria 40 delle red IGA. L’acronimo sta per Italian Grape Ale, ovvero le birre fatte col mosto d’uva, vinacce, vino cotto oppure uva.

Purtroppo il risultato di quest’anno è il punto più basso di una tendenza che stiamo notando da qualche anno nelle birre toscane. Naturalmente faccio i complimenti a Nemus e Forte – specialmente al primo che è un esordiente – ma non posso fare a meno di pensare ai 12 piazzamenti dell’anno scorso che adesso mi sembrano un sogno.

I vincitori per ciascuna categoria

Le categorie in gara nel 2020 sono state 42, Birra dell’Anno ha visto un’ulteriore crescita del 8% delle birre iscritte. Vediamo il medagliere, per ciascuna categoria. Le birre toscane sono in rosso, Ritual Lab in verde scuro e CRAK in lilla.

Come scrivevo sopra, ancora una volta ho fatto parte della giuria. Credo di essere arrivata alla mia decima esperienza (se non sbaglio). Ogni volta è sempre un grande piacere e un onore far parte di questo gruppo di giudici che arrivano da tutto il mondo. Nelle degustazioni si creano panel fantastici e scambi di esperienze pazzeschi.

Cat. 1 – birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione tedesca e ceca (german e bohemian pilsner)

1 – Birra Mastino – 1291
2 – Vetra – Vetra Pils
3 – The Wall – Pills

Menzione Birrificio Legnone – Testa Di Malto
Menzione Altotevere – A-T Pils

Cat. 2 – birre chiare, bassa fermentazione, basso grado alcolico, di ispirazione europea (european lager, helles, zwickl, keller, dortmunder export)

1 – Birracruda – Helles
2 – Lzo – Cima
3 – Almond ’22 – Oro dei Poveri

Menzione Opperbacco – Rusthell
Menzione Elvo – Helles

Cat. 3 – birre chiare ed ambrate, bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dall’evidente presenza di luppolo d’aroma e d’amaro di ispirazione americana (hoppy lager, imperial hoppy lager)

1 – La Piazza – American Jasper
2 – Birrificio Lariano – Bassa Marea
3 – Croce di Malto – German Wave

Menzione Soralamà – Bitrex California
Menzione Birrificio Artigianale Lievito e Nuvole – Hop2Space

Cat 4 – birre chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione anglosassone (english golden ale, english pale ale)

1 – Barbaforte – San Lorenzo
2 – Fabbrica della Birra Perugia – Golden Jazz
3 – Birrificio Alveria – Blonde Ale

Menzione Birra dell’eremo – Nobile
Menzione Foglie d’erba – Haraban

Cat. 5 – birre chiare e ambrate, fermentazione ibrida, basso grado alcolico di ispirazione tedesca o americana (kolsch, alt, california common, cream ale)

1 – Birra Elvo – Alterelvo
2 – Birrificio La Villana –  Frisco
3 – Birrificio Altavia – Mukkaevia Vol.2

Menzione Fabbrica della Birra Perugia – Don
Menzione Mfb Manfattura Birre Bologna – Kappa

Cat. 6 – birre ambrate e scure, bassa fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione tedesca (vienna, marzen, monaco, schwarz, dark lager)

1 – Les Bières du Grand St. Bernard – Balance
2 – Birrone – Scubi
3 – Couture – Vienna

Menzione Birrificio 4 Mori – Pozzo 9
Menzione Batzen – Dunkel

Cat. 7 – birre chiare, ambrate e scure, bassa fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione tedesca (bock, doppelbock, eisbock, hellerbock, maibock, strong lager)

1 – Birracruda – Bock
2 – Mukkeller – Wizzi
3 – Mastino – San Zen

Menzione Batzen – Bock
Menzione Oxiana – Hotbock

Cat. 8 – birre ambrate, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, di ispirazione britannica (mild, british bitter, extra special bitter, irish red ale, british brown ale)

1 – Fabbrica Della Birra Perugia – Cosmo Rosso
2 – Birrificio Petroniano – Magda
3 – Birrificio L’orso Verde – Backdoor

Menzione Birra Del Bosco Foxtail
Menzione Ofelia Nevermild

Cat. 9 – chiare e ambrate, alta fermentazione, basso/medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione anglosassone (english ipa)

1 – Beer In – Hop Hop
2 – Fabbrica della Birra Perugia – Suburbia
3 – Il Mastio – Mabon

Menzione B Four Beer – Devil
Menzione Birra Bellazzi – Soccia Vez

Cat 10 – chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (session apa, session aipa, session ipa)

1 – Hammer – Mini
2 – Altotevere – Mercy
3Crak – Mundaka

Menzione Ritual Lab – Nerd Choice
Menzione Argo – Turtle Bay

Cat. 11 – chiare e ambrate, alta fermentazione, basso grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (american pale ale)

1Ritual Lab – Head Space
2 – Birrificio Porta Bruciata – La Pallata
3 – Birrificio Dell’etna – Ulysses

Cat. 12 – chiare e ambrate, alta fermentazione, medio grado alcolico, luppolate, di ispirazione americana (american ipa)

1 – Birrificio Lariano – American Hype
2 – Birrificio Argo – Hoppy Wan Kenobi
3Crak – American Ipa Mosaic Tap Crak

Menzione Altotevere – Freezo
Menzione The Wall – Firewitch

Cat. 13 – birre chiare e ambrate, alta fermentazione, alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (double ipa, imperial ipa)

1 – Mc77 – Breaking Hops
2 – Pintalpina – Sbrega
3 – Birrificio Amerino – Masika

Menzione Birrificio Lariano – Clube
Menzione Ritual Lab – Too Nerdy

Cat. 14 – birre chiare, alta fermentazione, basso e medio grado alcolico, con uso di frumento ed altriù  cereali, luppolate di ispirazione angloamericana (white ipa, american wheat)

1 – Birra Gaia – Grulla
2 – Porta Bruciata – Shantung
3 – Muttnik – Albina

Menzione Birrificio Epica – Kore

Cat. 15 – birre ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (red ipa, brown ipa, black ipa)

1 – Eastside – Sera Nera
2 – Vecchia Orsa – Rye Charles
3 – Rurale – Red Zeppelin

Cat. 16 – birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, luppolate, di ispirazione angloamericana (speciality ipa; rye ipa, belgian ipa, aipa e apa fermentate a bassa)

1 – Lambrate – Robb De Matt
2 – Birra Bellazzi – Red Hot Hops Chili Peppers
3 – Brewfist – Space Frontier

Menzione Brewfist Caterpillar
Menzione Birranova – Rye Action

Cat. 17 – chiare e ambrate, alta fermentazione, massicciamente luppolate in aroma, di ispirazione statunitense (new england ipa)

1Crak – Giant Double Step
2Crak – Pianura Padana
3Crak – Plain Of The Po

Cat. 18 – strong ale di ispirazione angloamericana (english strong ale, american strong ale, scottish ale export, heavy scottish ale)

1 – Birrificio Artigianale Alba – Dogma
2 – Okorei – Tramalti
3 – Birra 100Venti – Sir Alestrong

Cat. 19 – birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico, d’ispirazione anglosassone (porter, stout)

1Ritual Lab – Black Belt
2 – Foglie d’erba – Hot Night At The Village
3 – La Birrofila – Last Out

Menzione Birrificio Ventitrè – Urania
Menzione Fabbrica Della Birra Perugia – Chocolate Porter

Cat. 20 – birre scure, alta fermentazione, basso grado alcolico di ispirazione americana (american porter, american stout)

1 – Mukkeller – Corva Nera
2 – Hammer – Bulk
3 – Birra Eretica – Dolcenera

Menzione Birrificio dei Castelli – Calix Niger
Menzione La Spezia Brewing Company – Scuriosa

Cat. 21 – scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana (robust/baltic porter, imperial porter, russian imperial stout)

1Ritual Lab – Papanero
2 – Mastino – Teodorico
3 – Hammer – Daarbulah

Menzione Foglie d’erba – Hot Night At The Village Robust Porter
Menzione Brewfist X-Ray

Cat. 22 – alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione angloamericana (barley wine, olde ale, american barley wine)

1 – Brewfist – Vecchia Lodi 2018
2Crak – Mansueto 2017
3Crak Mansueto 2018

Menzione Baladin – Xyauyu Kentucky 2016
Menzione Almond 22 – Oak

Cat. 23– birre chiare, ambrate e scure, alta fermentazione con lievito weizen, uso di frumento maltato, da basso ad alto grado alcolico di ispirazione tedesca (weizen, dunkelweizen, weizenbock)

1 – Batzen – Weisser Bock
2 – Birrificio Val Rendena – Brenta Brau Weizen
3 – Serra Storta – Bianca

Menzione Sguaraunda/La Bergamasca – Weiss
Menzione La Birrofila – Graz

Cat. 24 – birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico, con uso di frumento non maltato, di ispirazione belga (blanche, witbier)

1 – Mc77 – San Lorenzo
2 – Bibibir – Witaly
3 – Beha Brewing Company – Kermesse

Menzione Mastino – Altaluna

Cat. 25 – birre chiare, alta fermentazione, basso gradazione alcolica, di ispirazione belga (belgian blond, belgian pale ale)

1 – Birralfina – Annozero
2 – Filodilana – Beeela
3 – Alveria – Eclipse

Cat. 26 – birre chiare e ambrate, alta fermentazione, da basso ad alto grado alcolico, di ispirazione belga (saison, biere de garde, farmhouse ale)

1 – Birrificio Amerino – Northup
2 – Diciottozerouno – Ocra
3 – La Spezia Brewing Company – Contadina

Cat. 27 – birre chiare, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga  (belgian golden strong ale, tripel)

1 – Opperbacco – Quis Ut Deus
2 – Manerba – The Belgian Queen
3 – B94 – Santirene

Menzione Bibibir – Vedo Triplo
Menzione Birrificio Della Granda – Spirituale

Cat. 28 – birre scure, alta fermentazione, alto grado alcolico di ispirazione belga (belgian dark strong ale, dubbel, quadrupel)

1 – Birrificio Artigianale Alba – Marte
2 – Retorto – Black Lullaby
3 – Kamun – Nucis

Menzione Birrificio Del Forte – Regina Del Mare
Menzione La Birrofila – Jeivù

Cat. 29 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di spezie

1 – Foglie d’erba – Foglie Di Tè
2 – Foglie d’erba – Hot Night At The Village Breakfast Edition
3 – Mc77 – Fleur Sofronia

Menzione Picobrew – Road To Vallonia Etichetta Arancione
Menzione Il Conte Gelo – Nonno Gelo

Cat. 30 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di caffè e/o cacao

1 – Mister B – Boodino
2 – Lambrate – Tiramisù Imperial Stout
3 – The Lure – Queen

Menzione Crak – Moka Ciok
Menzione Sagrin – Mattos

Cat. 31 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di cereali speciali (compresi grani antichi)

1 – Terrantiga – Istadi
2 – Birranova – Arsa
3 – Magester – L’idea

Menzione Croce Di Malto – Piedi Neri
Menzione Bionoc – Birre Della Terra – Segalina

Cat. 32 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico affumicate e torbate

1 – Birrificio La Gramigna – Diavola
2 – Les Bieres Du Grand St. Bernard – Rauch
3 – Rurale – Smoky

Menzione Eastside – Fumo Lento
Menzione Labi – Smoke’n Roll

Cat. 33 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico affinate in legno

1 – El Issor – Elatan Rrk
2 – Batzen – Gran Fumè Cuvee
3 – Baladin – Xyauyu Kioke

Menzione Opperbacco – N.1
Menzione Fabbrica della Birra Perugia – Santa Ila

Cat. 34 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso frutta

1Crak – Cantina Mirtilli
2 – Lariano – Mugnach
3 – Ofelia – La La Blend

Menzione Eastside – Sour Side Sour Cherry
Menzione El Issor – Agriotta

Cat. 35 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di castagne

1 – La Ribalta – Iside
2 – Birrificio del Vulture – Druda
3 – Aleghe – La Brusatà

Menzione Birrificio 4 Mori – Pozzo 3
Menzione Beltaine – Beltaine Castagne Affumicate

Cat. 36 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di miele

1 – Ibeer – Bee Bock
2 – Birra Elvo – Bock Di Natale
3 – Benaco 70 – Honey Ale

Menzione Birrificio Legnone – Molthoney
Menzione Birrificio del Forte – Cintura d’Orione

Cat. 37 – birre chiare, ambrate e scure, fermentazione alta, bassa o spontanea anche con uso di brettanomyces, da basso ad alto grado alcolico, caratterizzate dalle note acide (sour ale)

1 – Bionoc – Albicoppe
2 – Opperbacco – Nature Pesca
3Crak – Cantina Pesche 2018

Menzione Crak Cantina Pesche 2017
Menzione Ca Del Brado – Cuvee De Zrisa

Cat. 38 – birre chiare, alta fermentazione, basso grado alcolico salate e/o lattiche di ispirazione tedesca (berliner, gose)

1 – Evoqe Brewing – Evoqe Sour #1
2 – Batzen – Gosexy
3 – La Buttiga Craft Brewery – Goslar 1826

Menzione Evoqe Brewing – Luci Rosse

Cat. 39 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve bianche (white italian grape ale)

1 – La Fenice – Brewine
2 – Birra Dell’eremo – Selva
3 – Filodilana – Fuori Dal Gregge

Menzione Morgana – Wine Not?

Cat. 40 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico con uso di uva, mosto, vinacce, vino cotto di uve rosse (red italian grape ale)

1 – Birra dell’eremo – Madra
2Birrificio Del Forte – Il Tralcio
3 – Mezzopasso – Biga Rosè

Menzione Carrobiolo – Mo’ Scanzati Azzo!
Menzione Birrificio Castagnero – H-Iga

Cat. 41 – Birre Chiare, Ambrate E Scure, Alta O Bassa Fermentazione, Da Basso Ad Alto Grado Alcolico Con Uso Di Uva, Mosto, Vinacce, Vino Cotto Di Uve Rosse O Bianche, Caratterizzate Dalle Note Acide (Sour Italian Grape Ale)

1 – Opperbacco – Nature Terra Caprera
2 – Birrificio Italiano/Klanbarrique – Marzarimen
3 – Opperbacco – Nature Terra Fiore – Podere San Biagio

Menzione Birra dell’eremo – Selva Sour
Menzione Opperbacco – Nature Terra Emidio Pepe

Cat. 42 – birre chiare, ambrate e scure, alta o bassa fermentazione, da basso ad alto grado alcolico di ispirazione libera e non rientranti in nessuna delle precedenti categorie (extraordinary ale / extraordinary lager)

1Nemus – Flora
2 – Carrobiolo – Italian Tomato Ale
3 – Birra dell’Eremo – Onnetempo

Menzione Corce Di Malto – Helles Diablo
Menzione Carrobiolo – Senatrix

Share
Avatar

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 scrivo di birra su questo blog e ne gestisco le varie emanazioni social. Sono docente e giudice in concorsi birrari da un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

2 commenti su “Birra dell’Anno 2020: tutti i premiati nelle 42 categorie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.