Birraio dell’Anno 2018: vince Marco Valeriani di Hammer, tra gli emergenti Luca Tassinati di Altotevere

Solo un aggiornamento veloce, dopo i tre giorni di festival al Tuscany Hall Firenze per incoronare il Birraio dell’Anno 2018. Vincitore ancora una volta Marco Valeriani del birrificio Hammer a Villa D’Adda in provincia di Bergamo, già vincitore del premio nel 2016.

Ecco la classifica:

  1. Marco Valeriani del birrificio Hammer;
  2. Giovanni Faenza del birrificio Ritual Lab;
  3. Luigi D’Amelio del birrificio Extraomnes;
  4. Conor Gallagher Deeks del birrificio Hilltop;
  5. Emanuele Longo del Birrificio Lariano ex aequo Matteo Pomposini e Cecilia Scisciani del birrificio MC77.

Curiosità della classifica di quest’anno: Marco Valeriani è il primo nella storia del concorso ad entrare due volte nel palmares; e (se ben ricordo) è la prima volta che si verifica un ex aequo tra i primi cinque. Il premio Birraio dell’Anno è un’iniziativa di Fermento Birra (da cui ho preso la foto di copertina e su cui si può trovare la classifica completa) e quest’anno è arrivato alla decima edizione.

Birraio Emergente

Birraio Emergente 2018 è Luca Tassinati del birrificio umbro Altotevere a San Giustino, Perugia.

Nei prossimi giorni un resoconto dell’evento con i dettagli delle birre degustate. Quest’anno Birraio dell’Anno è stato davvero notevole dal punto di vista della qualità delle birre. In altre parole: abbiamo bevuto benissimo! 😉

Share
Avatar

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.