ArticoliBirrifici

3 Fonteinen si rinnova con un investimento da 25 milioni di euro

Il birrificio 3 Fonteinen

3 Fonteinen è il birrificio belga conosciuto in tutto il mondo per le sue gueuze e kriek. Gli appassionati penseranno subito al mitologico mastro birraio monsieur Armand Debelder, protagonista tra le millemila cose di una memorabile degustazione al Villaggio della Birra dell’anno scorso. Evento memorabile in cui monsieur Armand, coadiuvato da Kuaska, raccontò con tantissimo pathos la storia del suo birrificio che si intreccia con quella della sua famiglia e della storia della birra del Belgio. Presentò a noi, pubblico di degustatori incalliti e consapevoli di quanto fosse importante essere lì a quella degustazione, la nuova struttura di Lot nel Brabante Fiammingo che era stata inaugurata da poco e piano piano avrebbe ospitato le attività produttive di 3 Fonteinen. Armand ripercorse con emozione la storia della sua famiglia di assemblatori diventati poi birrai.

L’investimento da 25 milioni per la sede di Lot

Bene, tutto ciò è il passato. La notizia apparsa ieri su The Brussels Times, infatti, annuncia un investimento massiccio per ampliare la sede a Lot, attualmente usata per le operazioni di assemblaggio e maturazione delle gueuze. Un progetto in cui 3 Fonteinen investirà un totale di circa 25 milioni di euro, che serviranno sia per l’ampliamento della produzione, sia per la creazione di un nuovo parco e spazi da visitare, pensati per incrementare il turismo birrario.

Direi che l’era del piccolo birrificio a conduzione familiare sia bell’e finita.

Il futuro di 3 Fonteinen

Il futuro comprende anche il rilancio della produzione a chilometro zero delle kriek, attraverso la messa a dimora di centinaia di alberi di ciliegio Schaerbeek, una varietà autoctona decimata dall’espansione urbana della zona che ha costretto i produttori a ricorrere sempre più alle ciliegie importate. L’area destinata agli alberi aumenterà dai 5.500 metri quadrati attuali agli oltre 13.000 previsti. Inoltre il birrificio ha cominciato ad accordarsi con i produttori locali di frumento e sta anche cercando di riportare in auge una varietà di luppolo della zona.

I lavori dovrebbero iniziare nell’autunno del 2020 e andare avanti per un paio di anni. Le prime birre arriveranno sugli scaffali negli anni successivi. L’obiettivo di 3 Fonteinen è raggiungere i 6.000 ettolitri all’anno, con un aumento della forza lavoro di circa 30-40 unità. Per quanto mi riguarda, sto già iniziando a mettere da parte qualche bottiglia.

Logo nuovo di Pinta Medicea

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 scrivo di birra su questo blog e ne gestisco le varie emanazioni social. Sono docente e giudice in concorsi birrari da ben oltre un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito La Pinta Medicea. Contatti: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea - LinkedIn Francesca Morbidelli.