Benaco 70, dal Garda la birra da podio nazionale

Il Birrificio Benaco 70 si è aggiudicato tre premi al concorso Birra dell’Anno 2018, che ha visto in gara 1650 birre, suddivise in 41 categorie, che sono state giudicate a rimini da 84 giudici internazionali:

  • primo classificato nella cat. 2 delle basse fermentazioni, basso grado alcolico di ispirazione europea;
  • primo classificato nella cat. 5 delle birre chiare e ambrate, fermentazione ibrida, basso grado alcolico di ispirazione tedesca o americana;
  • secondo posto nella cat. 24 delle chiare alta fermentazione, basso grado alcolico, uso di frumento non maltato, ispirazione belga, Blanche Witbier.

Comunicato stampa:

Il birrificio artigianale di Affi si è aggiudicato tre posti sul podio a Birra dell’Anno, il maggiore concorso birrario a livello nazionale. Un successo che segue quello ottenuto a Riva del Garda, con cinque birre premiate

Arriva da Affi una delle eccellenze birrarie a livello nazionale: il birrificio artigianale Benaco 70, nato nel 2013 dalla “passione trasformata in progetto imprenditoriale” di Riccardo ed Erica, ha recentemente fatto incetta di premi al concorso Birra dell’Anno di Unionbirrai – il maggiore a livello nazionale, con 1650 birre partecipanti da 279 produttori, valutate a Rimini da 84 esperti internazionali. A salire sul primo gradino del podio nelle rispettive categorie sono state la Helles – birra chiara a bassa fermentazione di ispirazione europea – e la Kölsch – birra chiara originaria della città tedesca di Colonia –, mentre la loro Blanche, birra di frumento di stile belga, si è guadagnata il secondo. «Per noi è stata una grandissima soddisfazione vincere con la Helles – raccontano Riccardo ed Erica –, perché ha gareggiato in una categoria molto affollata, e allo stesso tempo in cui non è facile ottenere birre impeccabili sotto il profilo tecnico. Ma anche la risalita della Kölsch, che nel 2017 aveva ottenuto la terza posizione, ci riempie di altrettanta soddisfazione».

Il successo a Birra dell’Anno arriva a poca distanza da quello al concorso Solo Birra 2018 di Riva del Garda: lì Benaco 70 ha portato sul podio tutte e cinque le birre presentate – primo posto per Helles e Kölsch, secondo per la Ipa, e terzo per la Blanche e per la birra al miele Honey Ale. «Tutti successi che ci spronano a proseguire su questa strada – concludono –, non solo per quanto riguarda l’Italia ma anche l’estero: ci siamo affacciati al mercato olandese e danese, con una buona accoglienza».

I premi del 2018 sono il coronamento di un 2017 intenso, che ha visto tra l’altro l’inaugurazione a luglio del pub adiacente al birrificio: lì oltre alle birre è possibile degustare, tra le altre cose, taglieri di salumi e formaggi locali accompagnati dalle gelatine alla birra. Le birre sono disponibili, oltre che sulle sette vie alla spina, anche nelle bottiglie create da Unionbirrai nei formati 0,33, 0,75 e 1,5 litri.

Share

Pinta Medicea

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.