Il taccuino di viaggio del critico enogastronomico: Ristoranti da scoprire di Marco Bolasco

Il taccuino del critico enogastronomico

Un viaggio alla scoperta di locali poco conosciuti nell’Italia del mangiar bene, per dare risalto ai luoghi della ristorazione da scoprire oppure da riscoprire, lasciando per una volta da parte i ristoranti stellati, ma puntando invece sulle meraviglie nascoste tra le pagine del taccuino di viaggio del critico enogastronomico. Locali scelti, oltre che per l’ottima qualità del cibo, anche per l’accoglienza e per l’identità che li caratterizza.

Ristoranti da scoprire: I ristoranti dove nessuno ti ha mai portato di Marco Bolasco (Giunti Editore) intende raccontare i ristoranti italiani fuori dal mainstream delle guide di prammatica. L’intenzione è avvicinare lettori nuovi, cercando di parlare di enogastronomia da una prospettiva meno tradizionale.

Non ho letto tutto il libro, solo un estratto che mi ha mandato l’ufficio stampa. Tuttavia, contrariamente a quanto faccio di solito, ho deciso di scriverne lo stesso sul blog. Scorrendolo parzialmente, infatti, ho notato una lieta e discreta presenza di riferimenti alla birra artigianale, specie quella di produzione locale. Anche questa attenzione, a mio avviso, indica un approccio al discorso enogastronomico impostato con un taglio più attuale.

Troviamo Ezzelino in provincia di Cuneo che serve guancia di maialino cotta nella Isaac, la birra blanche di Baladin; il ristorante Epiro a Roma propone abbinamenti con le birre originali, ed è un luogo dove al cliente può capitare di assaggiare “la birra artigianale che contraddice la vostra idea di birra”. Naturalmente non manca l’Osteria di Birra del Borgo, con la sua ampia offerta birraria che spazia dai birrifici ospiti, alle creature di Leonardo di Vincenzo. Anche al Sa Scolla in provincia di Oristano si beve sopratutto birra perché “la Sardegna è terra di ottime birre artigianali”. E come si fa a non essere d’accordo.

Ristoranti da scoprire: I ristoranti dove nessuno ti ha mai portato di Marco Bolasco, Giunti Editore, si compra anche su Amazon.

Share

Pinta Medicea

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.