Birra Artigianale in Brasile: 148 nuove birrerie nel 2016

Il Brasile costituisce il terzo mercato birrario del pianeta, dopo il primo posto della Cina e il secondo degli Stati Uniti. Con una produzione annua di quasi 14 miliardi di litri e un consumo di birra pro capite stimato in oltre 68 litri, il Brasile supera alla grande gli altri paesi dell’America Latina.

Secondo il Ministério da Agricultura, Pecuária e Abastecimento (Ministero dell’Agricoltura), l’anno scorso il Brasile ha registrato 148 nuove birrerie, con un totale complessivo di 522 aziende di produzione di birra attive nel dicembre 2016, come ha riportato O Globo il 30 maggio. Questo equivale ad un aumento del 39,6% delle birrerie operative, impennata che è stata attribuita sia al crescente interesse per la birra artigianale in Brasile, sia alla crisi economica che ha colpito il paese dal 2014 e che ha spinto le persone a cercare nuove opportunità di lavoro.

La maggior parte dei birrifici (90%) si concentrano nel Sud e nel Sud-Est del paese, anche se tutte le zone hanno registrato una crescita nel numero degli impianti di produzione. Attualmente la birra artigianale rappresenta soltanto circa l’1% del mercato totale del Brasile, con una produzione di circa 124 milioni di litri all’anno, anche se la crescita stabile e continuativa del settore, ne fa disvela le grandi potenzialità.

(Fonte dell’articolo E-malt.com.)

Share

Pinta Medicea

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. Tra le varie certificazioni ho anche quella di UBT. Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.