MicroBo Beer Festival 2016

Al via il MicroBo Beer Festival (scheda evento): tredici birrifici italiani e 80 birre artigianali italiane  protagonisti il 17, 18 e 19 giugno 2016 al Parco della Resistenza, di San Lazzaro di Savena (Bologna). Festival culturale con degustazione, cotta pubblica e proposte gastronomiche, laboratori e degustazioni, partitona di pallone publican vs birrai. Musica live con Eusebio Martinelli, Quintorigo e DJ Farrapo ft Jazzdog.

13 birrifici italiani e 80 birre artigianali alla spina: Bellazzi, Birranova, Brewfist, Croce di Malto, Birrificio Emiliano, Extraomnes, Birrificio di Cagliari, Birrificio Italiano, Kamun, Statale Nove, Svevo e Vecchia Orsa, oltre ad un angolo Italian Grape Ale a cura del The Dome e un angolo beershop gestito da Madama.

Comunicato stampa:

Torna MicroBo Beer Festival a San Lazzaro di Savena. L’appuntamento per la seconda edizione, con ingresso libero, è per i giorni 17, 18 e 19 giugno 2016: 13 microbirrifici non solo dalla provincia di Bologna, ma da tutta Italia, con 80 diversi tipi di birra artigianale. Birrificio Italiano, Kamun, Birranova, Brewfist, Vecchia Orsa sono solo alcuni dei nomi che saranno presenti al festival. Realtà che in breve tempo si sono affermate sia a livello nazionale che internazionale, anche grazie ai premi ottenuti in importanti concorsi che hanno visto l’Italia ottenere sempre un grande consenso. Spazio quindi alla tecnica e all’ingegno birrario italico in un festival che vivrà un momento di particolare interesse sabato 18 con un laboratorio sul primo stile italiano che ha ottenuto riconoscibilità a livello mondiale: l’Italian Grape Ale. Da molti indicato come il punto di incontro tra birra e vino questo particolare stile birrario prevede l’utilizzo di uva, anche in forma di mosto, durante la produzione. Il laboratorio sarà quindi l’occasione per conoscere questo stile anche attraverso i vitigni e le storie dei produttori, che saranno presenti.

Per gli amanti dell’homebrewing, poi, ci sarà l’opportunità di portare in assaggio le proprie produzioni, per un confronto con birrai ed esperti e di assistere ad una cotta pubblica con impianto professionale, a cura dei mastri birrai presenti.

La birra artigianale italiana. Un movimento giovane, nato esattamente vent’anni fa, nel 1996, con pochissimi produttori, ma che in breve tempo ha visto una crescita esponenziale. Ad oggi infatti sono tra birrifici e beerfirm si contano oltre mille nomi, con una distribuzione capillare in tutto il territorio. Da subito il movimento italico si è caratterizzato per una grande tecnica produttiva al servizio di fantasia e capacità di sperimentare, spesso tramite l’impiego di ingredienti del territorio: castagne, farro, ma anche frutta, oltre all’uva di cui si accennava in precedenza. Il settore rappresenta ormai il 3 per cento del mercato nazionale con un export in costante progressione.

Stand gastronomici. Immancabile il “matrimonio” birra-cibo. Nei numerosi padiglioni allestiti all’interno del Parco della Resistenza troviamo lo street food per le esigenze di tutti i palati e di tutti i gusti, dal dolce al salato, con attenzione rivolta alla inestimabile cultura alimentare dell’Emilia Romagna, unitamente ad alcune proposte esotiche del Brasile. Altro momento clou sarà rappresentato, domenica 19, dallo showcooking pensato per scoprire i segreti della perfetta griglia. Tre giorni, insomma, per scoprire e riscoprire il piacere di bere (bene) birra artigianale italiana e di gustare gli infiniti abbinamenti con tipicità alimentari del territorio.

Calcio e Bambini. Domenica 19, il Madama Team affronterà MicroBo Team in una sfida calcistica tra mastri birrai. Divertimento garantito, senza sottilizzare di tecnica e tattica. I bambini potranno giocare nell’area attrezzata per loro.

E poi tanta musica live. Rigorosamente dal vivo il programma musicale che viene offerto al pubblico e agli operatori del MicroBo Beer Festival. Di grande impatto, sabato sera, il concerto di Quintorigo (Andrea Costa, Gionata Costa, Stefano Ricci e Valentino Bianchi, l’attuale formazione), il gruppo romagnolo che porta avanti musica sperimentale, con l’originale capacità di mescolare suoni e generi musicali (classica, rock, jazz, punk, funky, blues). Il primo appuntamento, venerdì, è con Eusebio Martinelli & The Gipsy Abarth Orkestar, che porta avanti un affascinante progetto di musica gitana ideata e realizzata dal virtuoso trombettista emiliano, musicista nella band di Vinicio Capossela. E domenica sera chiusura con l’elettroswing di Dj Farrapo (Giorgio Cencetti) feat Jazzdog.

MicroBo Beer Festival nasce con la collaborazione del Comune di San Lazzaro e il sostegno di T>per, l’azienda pubblica dell’Emilia Romagna per il trasporto passeggeri, che con la sua presenza vuole valorizzare la cultura del bere in maniera sana, moderata, responsabile, preferendo sempre prodotti di qualità, come la birra artigianale italiana. L’organizzazione fa capo al pub Il Punto di Bologna e alla società di comunicazione e eventi Musica e Parole.

Sito ufficiale: www.microbobeerfestival.com.

Orari:

  • venerdì 17 dalle 18,00 alle 02,00

  • sabato 18 dalle 16,00 alle 02,00

  • domenica 19 dalle 12,00 alle 24,00

Share

Pinta Medicea

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb