Che cosa sono le Birre Open Source?

La prima birra open source è stata inventata da un gruppo di studenti dell’Information Technology University di Copenhagen che nel 2005 hanno lanciato il progetto Vores Oel, la nostra birra, una birra la cui ricetta si ispira alla filosofia dei software open source.
Dunque una ricetta aperta, liberamente riproducibile e modificabile da chiunque. Questa idea è sfociata nel successivo progetto freebeer.org. Allo stesso tempo alcuni produttori conosciuti hanno deciso di rendere pubbliche con modalità diverse le proprie ricette.

Dove posso scaricare una ricetta di birra open source?

BrewDog

brewdog-opensource Cominciamo con gli scozzesi del BrewDog che hanno reso liberamente disponibili tutte le loro ricette, raccolte in un file pdf impaginato con cura, pronto per essere scaricato.
All’interno oltre 200 ricette delle loro birre, fin dall’apertura del birrificio, nel 2005. Ciascuna con l’indicazione degli ingredienti (comprese le quantità), temperature di ammostamento e fermentazione.
Per ogni birra vengono svelati i segreti della ricetta, per incoraggiare gli homebrewer a riprodurle.

Le Baladin

open-baladinAnche il birrificio Baladin ha la sua ricetta open source dal 2008.
Si chiama Open appunto, ed è conosciuta per essere la prima birra italiana a ricetta aperta, pubblicata sul sito del birrificio di Piozzo, con le istruzioni per riprodurla tale e quale dagli homebrewer.
Il sito del Baladin riporta quattro ricette di birre open tarate per 23 litri, da fare con procedimento All Grain: Open Gold, Open White, Open Amber, Open Christmas.

Yeastie Boys

yeastie-boys-digital-ipaÈ open source anche la ricetta della Digital IPA, creatura del birrificio neozelandese Yeastie Boys, una IPA brassata con abbondanti luppoli locali e destinata al mercato UK.
La ricetta, diffusa con licenza creative commons, è disponibile sul loro sito per permettere agli homebrewer di riprodurla come meglio credono.
Anche se è tarata sui 2.400 litri (“we brew 2,400L in NZ”), può essere “scalata” a piacere.

The White House

white-house-beer-brewing2Il Presidente Obama si è sempre dichiarato un appassionato di birre, la cucina della Casa Bianca ha iniziato a produrre una Porter e una Ale, entrambe al miele: White House Honey Ale e White House Honey Porter.
Le ricette sono di pubblico dominio e si possono scaricare dal sito web della Casa Bianca, con tutte le indicazioni per rifarla.

Share
Avatar

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb