Giornata Nazionale Homebrewing 2015

Siamo arrivati al quinto anno in cui si celebra la Giornata Nazionale dell’Homebrewing indetta da MoBi nel 2010.

Di cosa si tratta?

È un evento ideato per unire tutti gli homebrewer italiani nel festeggiare le loro birre fatte in casa. Come da tradizione MoBi organizza una “Megacotta” nazionale, cercando di coinvolgere gli homebrewer di tutta la penisola, iscritti ad associazioni oppure anche indipendenti. Le parole d’oordine sono apertura, inclusione e… fare la birra!

La Grande Cotta può essere fatta da soli o in compagnia, in pubblico o in privato, non ha importanza, basta partecipare e sentirsi parte della grande comunità di homebrewer. Chi lo vorrà potrà presentare la birra fatta in questa occasione a un concorso MoBi dedicato alle birre della “Megacotta”. Oppure se la potrà bere da solo o in compagnia!

Perché si festeggia proprio il 25 ottobre?

Bisogna tornare al 1995, prima di allora infatti non era chiaro se l’homebrewing fosse o meno esplicitamente vietato in Italia. Tuttavia c’erano alcuni temerari che birrificavano lo stesso, anche se per esempio Mr Malt -che era ai primissimi passi- vendeva gli estratti come integratori alimentari senza mai usare la parola “birra”. Le cose sono cambiate con il decreto n.504 del 26 ottobre 1995 che ha esplicitato che, per uso non commerciale, è permesso prodursi la birra in casa, esente da accisa e senza limiti di quantità. Più precisamente:

“È esente da accisa la birra prodotta da un privato e consumata dallo stesso produttore, dai suoi familiari e dai suoi ospiti, a condizione che non formi oggetto di alcuna attività di vendita.” (art 34 punto 3)

Per questo è stato scelta la data del 26 ottobre in quanto è la data che ufficializza legalmente la possibilità di prodursi legalmente la birra in casa (quest’anno è stato preferito il 25 ottobre perché il 26 cade di lunedì).

Qual è la birra della Megacotta 2015?

Quest’anno MoBi ha scelto una birra all’uva per festeggiare la proposta di includere lo stile Italian Grape Ale nel BJCP. Per chi non riuscisse a procurarsi il mosto d’uva va bene anche altra frutta e in questo caso lo stile di riferimento è “Fruit Beer”.

Dove trovo la ricetta?

La ricetta della birra collettiva è riportata sul sito di MoBi.

 

Share

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb