Birra Olmo si trasforma da beerfirm a birrificio e diventa CR/AK!

crak

“È tempo di crescere, è tempo di cambiare!” Birra Olmo si trasforma da beerfirm a birrificio. Stanchi di andare a fare la birra sugli impianti altrui, da gennaio inizieranno la loro rivoluzione: nuove etichette, nuove birre, nuovo impianto da 3500 litri, e soprattutto un nuovo nome che sottolinea la rottura con il passato e l’inizio di un nuovo percorso: CR/AK.

L’annuncio arriva con un comunicato che emana “good vibes” da ogni parola, un piccolo capolavoro di comunicazione in cui ci spiegano il progetto, e ci danno appuntamento il primo giorno di primavera 2015 per la festa di inaugurazione. Dal sito si vedono le foto delle fasi della costruzione del nuovo birrificio ed anche lo spazio all’esterno dotato di un palco permanente: “Musica, teatro e birra per la rivoluzione“.

Vi facciamo un grosso in bocca al lupo per questa avventura! 🙂

Ci siamo rotti il ca**o, da domani cucineremo CR/AK

olmo-Come?!
Si, da gennaio cucineremo e venderemo CR/AK. È da tre anni che produciamo birra in altri birrifici, senza mai esserne pienamente soddisfatti. Finalmente è arrivato il momento di rompere col passato, da domani potremo essere padroni del nostro destino.

-Quindi non produrrete più birra?
No! Tutt’altro, cominceremo veramente a produrla con le nostre mani nel nostro birrificio. Sarà una rivoluzione.

-Rivoluzione?! Cosa significa?
Significa che cambieremo, TUTTO.

-TUTTO cosa?
TUTTO. Dalle birre, che dovranno essere ogni giorno migliori, alle grafiche, che saranno più semplici e pulite per esaltare le caratteristiche del contenuto, e cambieremo anche nome, insomma una vera rivoluzione.

-Cambierete nome? Cioè non vi chiamerete più OLMO?
Proprio così, OLMO è stata la nostra scuola, ci ha permesso di commettere tanti errori e di raccogliere tantissime soddisfazioni, fino a vedere quasi 3000 persone che facevano a gomitate al Woodscrak per bere le nostre birre. Ma ora vogliamo crescere e il cambiamento per noi è l’unica strada da percorrere. Sappiamo che amate questo nome, ma è tempo di cambiare.

-Cambiare? Perché?
Per rimanere noi stessi, per portare avanti i nostri valori. Perché non saremo più una Beer Firm, ma avremo il nostro birrificio. Per noi non cambiare significa rischiare. Cambiamo per evolvere e contribuire alla rivoluzione della birra artigianale.

-Perché proprio CR/AK?
Innanzitutto non ha nulla a che fare con la droga. Quando abbiamo capito che Olmo non ci rappresentava più fino in fondo è stato uno shock, una vera spaccatura nelle nostre teste, ci serviva un nome più adatto a noi, un nome che rappresentasse quel momento, il nostro desiderio di rottura dalle consuetudini, qualcosa di fuori dall’ordinario. Volevamo un nome che non conoscesse barriere linguistiche, un suono, secco e deciso, CR/AK!!!

-Quindi avete deciso, siete sicuri?
Siamo decisi anche se non sappiamo cosa accadrà. Non abbiamo la verità in tasca, probabilmente qualcuno ci volterà le spalle, ma siamo fatti così, viviamo la vita oltre i limiti del consueto, amiamo il cambiamento, siamo la voce (e la birra) di chi vuole cambiare ma è intrappolato dalla routine, dalle abitudini e dalla monotonia, la voce di chi vuole rompere col passato usandolo come fondamenta per il futuro.

-Ma una festa per l’inaugurazione la farete?
Si, il 21 marzo 2015, ovviamente nel nuovo birrificio, vi aspettiamo assetati.

Creative Revolution / Alternative Knowledge

Pagina Facebook: www.facebook.com/birraolmo
Birra Olmo: www.birraolmo.it

Share

Francesca Morbidelli

Mi chiamo Francesca Morbidelli, sono tra i fondatori della Pinta Medicea. Dal 2007 gestisco e scrivo di birra artigianale su questo sito. Sono docente e giudice in concorsi birrari da quasi un decennio, e collaboro sia con MoBI che con Unionbirrai. My beer resume (in English). Amministratrice del sito de La Pinta Medicea: francesca [at] pintamedicea.com - Twitter: @pintamedicea e @storiediweb